Cittanova | Feste Patronali

Cittanova

Calabria, Reggio Calabria (RC), Tags: ,

FESTA PATRONALE

San Girolamo

DATA DELLA FESTA PATRONALE

30 settembre

DESCRIZIONE DELLA FESTA PATRONALE

Patrono della città è San Girolamo con festa in suo onore il 30 settembre; viva partecipazione dei fedeli che destano anche curiosità intellettuale per la statura culturale del santo, autore della Vulgata. La processione sa poco di popolare nel significato tradizionale del termine; diventa un camminare insieme a un nobile compagno di viaggio che tradusse la bibbia, diventando un modello di sintesi di cultura classica e cristianesimo per i fedeli.

La treza domenica di settembre si svolge la festa di San Rocco. E’ la grande festa di Cittanova anche per l’aspetto civile. Illuminazione per tutte le strade circostanti compresa la Villa, programmi musicali e di cantanti, sagre di vario genere , fuochi pirotecnici di una certa entità caratterizzano la festa. Nel giorno d’avviso della Novena,  si vede un gran falò ergresi in piazza San Rocco in una forma simbolicamente piramidale, come strumento di purificazione dalla pesta e come sentimento di calore umano. Anticamente gli abitanti di ogni quartiere si riunivano a elevare nel cielo sereno settembrino il acnto della guarigione. Folta è la processione che vede anche i cittanovesi emigrati o trasferiti ritornare appositamente al loro paese.

La terza domenica di ottobre si svolge la festa in onore dei SS. Cosma e Damiano, Medici e Martiri, in un’atmosfera suggestiva ricca di messaggi di pace e concordia. Il sabato precedente la festa, conclusivo della novena, si celebra la cosiddetta jornata che si trascorre in chiesa con canti popolari, preghiere, testimonianze di grazie ricevuti e lodi al Signore per le sue meraviglie.

Durante la novena gruppi di volontari si recano presso le case di malati gravi per lenire le sofferenze danto carica spirituale e morale. Imponente è la processione che si snoda per le vie della città; notevole è l’afflusso dei pellegrini che da ogni parte della provincia si riversano, spinti unicamente dalla pietà religiosa in un clima di austera spiritualità, molti sono scalzi e molti fanno a gara per portare sulle spalle le state dei due santi fratelli.

I festeggiamenti dell’Immacolata si svolgono due volte l’anno: in forma esclusivamente religiosa l’8 dicembre e il 31 maggio la processione è arricchita da stendardi, bandiere e bambini vestiti con la tunica della prima comunione. La festa è molto sentita perchè l’Immcolata è la comprotettrice della città assieme a San Girolamo. Da qui la definizione di Cittanova come paese dei Mommi e delle Immacolate.

La domenica dopo al 16 luglio si svolge la festa della Madonna del Carmelo. Fulcro della devozione è il cosiddetto abitino, che detto con le parole della Madonna, se indossato salva dalle pene del purgatorio.

Il primo novembresi festeggia la Madonna del Rosario. E’ una festa molto sentita, preceduta da tutto il mese di ottobre con attività liturgiche e eucaristiche. I cittanovesi sono molto legati alla recita del santo rosario ed anticamente i rosarianti oltre ad essere una congrega, costituiscono una componente ben specifica nell’ambito della religiosità cittadina. Ma se il termine rosariante appartiene al passato, oggi la devozione continua a essere imponente, la processione è folta e non c’è alcuni che viva in paese o in campagna che non vi partecipi intensamente elevando al cielo un coro di canti popolari a Maria.