Ventimiglia | Feste Patronali

Ventimiglia

Imperia (IM), Liguria, Tags: ,

COMUNE

Ventimiglia

PROVINCIA

Imperia

REGIONE

Liguria

SANTO PATRONO

San Secondo di Ventimiglia

DATA DELLA FESTA PATRONALE

26 agosto

DESCRIZIONE DELL’EVENTO

ore 11: Santa messa e consegna del “San Segundin d’argentu” – Chiesa Cattedrale – centro storico
pre 16: Sagra della castagnola – centro storico
ore 21,30: Spettacolo pirotecnico
ore 22,00: Concerto musicale

CURIOSITA’

Il “San Segundin d’argentu” è il riconoscimento che viene assegnato al ventimigliese dell’anno.
La castagnola è il dolce tipico ventimigliese che ha ottenuto il marchio DE.CO.

DISCIPLINARE PER LA PRODUZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DELLA “CASTAGNOLA” DI VENTIMIGLIA
Adottato a termini del vigente Regolamento comunale
approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 77 del 25.9.2008

RICETTA BASE (dosi per circa 30 dolci)

  • Farina bianca 00: gr. 300
  •  Zucchero: gr. 200 (totale comprensivo per la glassa circa 20-30 grammi)
  • Cacao in polvere e cioccolato fondente: gr. 100 (in percentuale a piacere)

N.B. il totale di burro di cacao ( materia grassa) non deve essere inferiore al 50%

  • Caffé liquido: 3 tazzine
  •  Cannella in polvere: 1 cucchiaino rasato
  • Chiodo di garofano: 1 cucchiano rasato
  •  Sale fino: una puntina di cucchiaino
  • Polvere lievitante: 1 cucchiaino rasato
  • Olio extravergine d’oliva: q.b. per ungere la teglia
  • Acqua di fiori d’arancio e zucchero: q.b. per la glassa di superficie.

 

PROCEDIMENTO DI PRODUZIONE

In una spianatoia sistemare la farina, lo zucchero, il cacao amaro, il cioccolato fondente (fatto sciogliere nel caffé liquido), la cannella, i chiodi di garofano, il sale, la polvere lievitante.
Impastare il tutto, amalgamando bene gli ingredienti.
Dall’impasto così ottenuto, (dieci minuti di riposo), fare dei rotoloni tipo un grosso grissino, tagliare quindi dei pezzetti dal volume di una castagna marrone (da cui deriva il nome “castagnola”) ed arrotolarli con i palmi delle due mani, formando delle palline.
In una teglia unta d’olio, sistemare le palline ottenute (cm. 2 circa una dall’altra) , dopo averle umettate nell’acqua di fior d’arancio e quindi immerse nello zucchero, nella parte sovrastante .
Cuocere in forno preriscaldato a 180° / 200° per 10 minuti.
La castagnola si può consumare una volta fredda e deve rimanere morbida.
Può essere conservata 7/8 giorni in barattolo di vetro con coperchio.